What I like and don’t like of Silicon Valley, a very personal and italian point of view – La mia personalissima Top 20 sulla Silicon Valley

 

Image courtesy of basketman / FreeDigitalPhotos.net

Image courtesy of basketman / FreeDigitalPhotos.net

 

Vivo in Silicon Valley da piu’ di un anno e fin dall’inizio ho iniziato a scrivere le mie impressioni su questa nuova vita.

Cambiero’ sicuramente idea molte volte in futuro, aggiungendo nuove cose alla mia lista o cancellandone altre. Ma in questo momento ho evidenziato le venti cose che amo di piu’ e le venti che amo di meno di questo posto (non l’America in generale ma proprio la Silicon Valley). Le venti cose che non mi piacciono molto sono probabilmente quelle che piu’ mettono in evidenza le differenze tra le due culture e i due paesi (Italia, America).

Perfino gli Italiani potranno essere d’accordo o meno. Questa lista e’ molto personale e anche le cose negative riflettono il mio personale stile di vita e le mie preferenze.

 

COSA MI PIACE

  1. il cielo blu intenso e la natura selvaggia a portata di mano
  2. i supermercati aperti sempre, non ti chiedi nemmeno piu’ se sia domenica se devi andare a fare la spesa
  3. girare a destra con il semaforo rosso, guidare macchinoni giganti e parcheggiare ovunque
  4. la concentrazione di gente interessante e in gamba che di solito non ostenta ne’ successo lavorativo ne’ economico
  5. lasciare la porta di casa aperta e stare tranquilla
  6. i sorrisi della gente che incontri per strada
  7. la gentilezza nei negozi
  8. la farmacia con il drive in
  9. la libertà’ di vestirsi come si vuole
  10. le code regolari, l’onesta’ della gente
  11. riportare le cose indietro anche dopo che le hai usate 3 mesi e ricevere indietro i soldi di un cappotto usato 5 mesi solo per un bottone che si e’ staccato
  12. il cash back nei supermercati
  13. il rispetto per le regole, tipo fermarsi allo stop anche se non c’e’ nessuno o rispettare i limiti di velocità’
  14. i medici anche il sabato mattina, le loro risposte per email, i risultati delle analisi del sangue online
  15. il pronto soccorso del centro medico aperto anche nel we dalle 7 alle 9pm dove con i bambini non ho mai aspettato
  16. il fatto che ti facciano i sacchetti al supermercato e che te li portino pure in macchina se lo chiedi
  17. i “disclosure” quando compri una casa in cui ti dicono perfino se si sente il cane del vicino abbaiare
  18. l’attenzione per lo sport anche a scuola
  19. l’orario anticipato della cena (so che molti italiani non saranno d’accordo ma io non amo molto mangiare alle dieci di sera e fare tardi soprattutto quando hai dei bambini che comunque ti svegliano presto).
  20. le prese nei bar per il computer e il fatto di poterci stare a lavorare anche tutto il giorno.

COSA NON MI PIACE

  1. cambiare corsia in autostrada: il fatto che si può superare anche da destra rende tutto più difficile
  2. le feste a scuola in cui dover portare un “main dish” alle tre e mezza del pomeriggio e vedere che tutti si mangiano davvero carne e tutto il resto a merenda
  3. certe regole nascoste, per esempio portar subito fuori da un ristorante un bambino che piange o non lasciare un bambino nudo in spiaggia o in piscina o non parlare ad alta voce al telefono al supermercato
  4. i programmi televisivi
  5. la mancia ai camerieri, non e’ comunque secondo me uno strumento di giudizio nei confronti del ristorante
  6. la scarsità di stile moderno nelle case
  7. la pubblicità che arriva a casa in gran quantita’
  8. il terrore che incute la polizia
  9. il buio delle strade di notte
  10. il dover ripetere di continuo nome, cognome data di nascita per ogni cosa e il dover sempre fare lo spelling (non e’ colpa loro pero’ ma dell’inglese)
  11. la procedura standard e ripetitiva dell’infermiere prima che arrivi il medico, tipo provare l’ossigeno al bambino anche se e’ evidente che non ce n’e’ bisogno
  12. l’assicurazione sanitaria che spilla un sacco di soldi e fa pagare pure l’antibiotico per bambini
  13. il pensiero del college fin dalle medie e la pressione sui ragazzi per andare nei migliori dello Stato
  14. l’incapacità di fare un panino senza mille salse dentro
  15. la mancanza del profumo del pane delle nostre panetterie
  16. la mancanza dei nostri deliziosi centri citta’ in cui passeggiare
  17. i negozi che chiudono alle sei
  18. il sistema di misura diverso (pollici, libre, piedi etc.)
  19. il mese prima del giorno nello scrivere la data
  20. l’uso eccessivo degli assegni che noi in Italia per fortuna abbiamo quasi abbandonato

___________________________________________________________________________________________________

I’ve been living in Silicon Valley for more then one year and since the beginning I’ve started to write down my impressions about this new life.

I will for sure change my mind many times, adding new items in my list or discarding others. But in this moment these 20 likes and dislikes describe the things where the differences with my culture and my country are probably more evident in both positive and negative sense.

Even Italians will agree or disagree since this list is very personal and things I dislike are not in absolute terms, they just reflect different habits and life styles I’m used to. And I’m speaking just about my experience in Silicon Valley not in US in general.

 

WHAT I LIKE

  1. the blu sky and the wild nature so close
  2. the grocery stores always open even on Sunday
  3. the right turn with red traffic-light
  4. the presence of such a lot of clever and interesting people who don’t show their success or money
  5. leaving the house’s door open but feeling safe
  6. people smiling in the streets
  7. the kindness of workers in the shops
  8. the drive-in farmacy
  9. the freedom to dress how you want
  10. the respect for lines and people’s honesty in general
  11. the possibility to return what you bought (they even change you a sweater after 5 months even just for a broken button)
  12. the cash back in the shops
  13. the respect for rules, like waiting at the stop for 3 secs even if there is nobody around
  14. doctors available even on saturday morning, their email answers, blood tests results available online
  15. the urgent care of the medical center open in the weekend
  16. the packing service in the grocery store and the help to put bags in the car if asked
  17. the disclosures when you buy a house
  18. the importance of sports even for kids
  19. the early dinners, you still enjoy friends without going to bed too much late
  20. the plug-in in each coffee shop and the possibility to work there with the PC for an entire day

 

WHAT I DON’T LIKE

  1. changing lane with the car in freeways (it’s not easy)
  2. potluck at school’s parties where people eat main dishes even at 4pm
  3. some hidden rules, like to not let a child cry at the restaurant, to cover immediately a naked child at the pool or seaside, to not speak loudly on the phone at the grocery store
  4. TV programs
  5. tips: I don’t think they are a good way to give feedbacks to the restaurant
  6. the few presence of modern style in the houses
  7. the big amount of advertising in the mail drop
  8. the fear of police
  9. the darkness in the streets during the night
  10. the necessity of providing name, surname, address, date of birth each time to doctors, etc. and the need of spelling them (this is an intrinsic problem of English)
  11. the nurse procedure before the doctor come in, sometimes useless
  12. the health insurance that earns a lot of money and you still have to pay for an antibiotic
  13. the pressure on college’s choice since from middle school
  14. the various sauces always present in sandwiches
  15. the lack of our bread’s smell outside italian bakeries
  16. the lack of our beautiful italian downtowns
  17. shops that close at 6pm
  18. the measure system different from the european one
  19. the month before the day in the date format
  20. checks (in Italy, we don’t use them almost anymore).

 

 

 

One thought on “What I like and don’t like of Silicon Valley, a very personal and italian point of view – La mia personalissima Top 20 sulla Silicon Valley

  1. Perfetto. Potrebbe essere un mio parere sulla vita in Idaho.
    L’unica cosa che aggiungerei tra quelle che non mi piacciono e’ gli inverni da terrore con metri di neve…

Comments are closed.